LOGIN:    
<<<
|  Menu  |  Tag
Live  |
Eventi  |
Agorà  |
Visitatori
Presentation  |  About us  |  Documents  |  Credits
ArsMeteo
OPERA   |  N.Autori: 86  |  N.Opere: 514  |  N.Tag: 8
<<< SEMA/SOMA - saggio di Vincenzo Ampolo  [Voci dell'anima]  del 2004 >>>

4- Sema/Soma - Il Corpo e la scrittura



"Il corpo è interrogato solo a livello degli organi che non parlano il linguaggio delle parole.
In mancanza della bocca che non può farsi intendere, la mano scrive, e il corpo considera di non essere più il materiale dell'iscrizione per diventare lo strumento della scrittura."
Paul Mathis, Scrittura e potere

"Operare nel linguaggio significa rendersi conto che anche il corpo è linguaggio"
Antonio Porta, L'intelletuale come poeta


Il Corpo viene scritto, segnato.(5)

E' ancora la madre, eccola lì, che nel gioco "innocente" delle carezze amorose percorre il corpo del bambino, soffermandosi con il dito su quella fossetta deliziosa accanto al collo, mentre il viso del piccolo si illumina di un sorriso che esprime piacere.
Nell'incavo della fossetta una zona erogena è stata aperta, un percorso di piacere è stato segnato, insegnato, iscritto. 
Questa prima traccia ha lasciato in quel corpo un richiamo potente, che rimarrà segno perenne di un Eros antico da ritrovare in ogni carezza che ripercorra la traccia, il segno, il codice del proprio piacere.

Anche il contatto con il suono delle parole, di una voce che le pronuncia, può diventare stimolo erotico, carezza sonora, richiamo irresistibile di un paradiso perduto. (6) 
Il Corpo scrive, il Corpo legge, Il Corpo viene letto.
Particolari posizioni del corpo, in stasi o in movimento, agevolano la parola pensata, la parola scritta, la parola letta.
Il camminare ha il ritmo del pensare.
La mano che scrive è collegata con il cervello, con il cuore.
La posizione rilassata del corpo permette una lettura più attenta.
Il corpo ed il contesto entro cui il corpo è inserito, produce segni, codici, segnali.
Il corpo legge, tuttavia è possibile una lettura del corpo, delle sue energie, delle sue corazze, delle sue difficoltà.(7)
Bisogna imparare a leggere il corpo, oltre le sue maschere, i suoi nascondimenti.
Vi è una scienza dei segni, la "semiotica" , da semeion  in greco "segno".
La semiotica,  sostiene che " tutto è testo".
Descrivere un corpo equivale a parlare della sua storia, del vissuto a cui quel corpo appartiene.
 Come un albero può avere buone radici, un buon radicamento alla realtà, o essere rivolto verso l'alto in modo instabile.
Il corpo parla, spesso inascoltato. Parlano le sue mani, i suoi occhi, la forma delle sue varie parti .

Bisognerebbe " prendere il corpo alla lettera "  secondo una felice espressione di Leclaire, leggerne i segni  particolari  che lo caratterizzano. (8)
Leclaire allude in particolare ai segni di un tempo del desiderio, del piacere e del godimento  che segnano, loro malgrado, anche la differenza  fra un più e un meno.
Il corpo tuttavia insegna anche e soprattutto la storia del tempo che passa, del tempo che sfugge...
Infine il corpo scrive  per mantenere il ricordo, la memoria delle cose che sono, che sono state, che potrebbero essere.

Scrive anche dormendo, tra le braccia di Morfeo, altro dalla realtà quotidiana, razionale, logica.
Il corpo che sogna scrive oltre, riscrive la realtà nei termini dell'analogia e del simbolico.
La realtà dell'anima acquista dimensione, valore aggiunto, significato, se il sogno viene letto, interpretato.


Note

5 - W.J. Propp in Edipo alla luce del foklore ( Einaudi, Torino, 1975) ci parla dei segni incisi sui corpi dei figli dei re, come simbolo-segnale per un futuro riconoscimento e svelamento.
 
6 -  Dobbiamo ricordare a questo proposito che la costituzione dell'immagine del corpo segue strettamente lo sviluppo del linguaggio nel bambino.
L'imitazione gestuale, che si attua tra i nove e i dodici mesi, ha luogo contemporaneamente  alla possibilità di capire e di seguire il senso simbolico del linguaggio.
L'immagine  ed il riconoscimento effettivo del corpo, si forma  verso i due/tre anni simultaneamente  con la possibilità per il bambino di nominarsi.

7 -L'Analisi Bioenergetica, da Reich a Lowen, insegna a leggere il corpo. Individuando le corazze caratteriali è possibile intervenire terapeuticamente, riscrivendo, almeno parzialmente i tratti somato-psichici.
8 - S. Lecraire  Psicoanalizzare , Ubaldini,1972


 
!
 approfondimenti... 
Tag
Per intervenire sui tag è necessario identificarsi.
Se desiderate un identificativo o lo avete dimenticato,
potete contattare mail@arsmeteo.org

Opera inserita il11 Gennaio 2009 • vista499 volte • con5 interventi (l'ultimo il 12 Gennaio 2009)

opere correlate:
<<< >>>